chi siamo imm sup

Dopo il grande slancio di solidarietà di molti italiani che hanno deciso di recarsi sui luoghi distrutti dal terremoto per dare una mano, arriva il freno della Protezione Civile. Roberto Giarola, direttore dell’ufficio volontariato della Protezione Civile chiede a chiunque voglia aiutare di non andare nella zona colpita: “Si rischia di ostruire le strade di accesso ed è pericoloso per chi non è addestrato”. Tre le cose che si suggerisce di fare: “Trasformare lo slancio del momento in un impegno prolungato, rivolgendosi alle associazioni di volontariato in grado di formare persone che possono realmente essere utili nella prossima emergenza; donare al 45500 da rete fissa o mobile; e se si vogliono inviare beni scrivere alle due regioni interessate agli indirizzi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.”.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie