chi siamo imm sup

Dopo il grande slancio di solidarietà di molti italiani che hanno deciso di recarsi sui luoghi distrutti dal terremoto per dare una mano, arriva il freno della Protezione Civile. Roberto Giarola, direttore dell’ufficio volontariato della Protezione Civile chiede a chiunque voglia aiutare di non andare nella zona colpita: “Si rischia di ostruire le strade di accesso ed è pericoloso per chi non è addestrato”. Tre le cose che si suggerisce di fare: “Trasformare lo slancio del momento in un impegno prolungato, rivolgendosi alle associazioni di volontariato in grado di formare persone che possono realmente essere utili nella prossima emergenza; donare al 45500 da rete fissa o mobile; e se si vogliono inviare beni scrivere alle due regioni interessate agli indirizzi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.”.

Fiorenzo MauglianiIl 6 giugno  si sono svolte le elezioni presso la nostra sede, per l’elezione della carica del nuovo Presidente “ Fiorenzo Maugliani” (Un Uomo di grande esperienza Capostipite già dagli anni 80 )che è stato nominato a larga maggioranza  da tutti i soci sostituendo Massimiliano Alviani dopo circa 5 anni ,che al termine del suo mandato ha preferito non rinnovare la candidatura. Dunque il nuovo Presidente ora avrà il compito di guidare i 17 membri  della squadra tra cui un nutrito gruppo di giovani al di sotto dei 20 anni da far ancora crescere attraverso diverse iniziative con tanto di sensibilità verso i temi e le problematiche della protezione civile;

L'"Associazione Nazionale dei Vigili del fuoco in congedo Volontariato e Protezione Civile" si ispira agli ideali della Costituzione Repubblicana Italiana, allo spirito di azione nella salvaguardia della vita e dei beni ed ai principi della convivenza pacifica nell'ambito del pluralismo democratico.

 

Il Volontariato di Protezione Civile è espressione di una moderna coscienza di solidarietà. Riconosciuto dal 1992 struttura operativa nazionale, parte integrante del sistema pubblico della Protezione Civile, al pari delle altre componenti istituzionali (Vigili del Fuoco, Corpi di Polizia, Esercito, Soccorso Alpino, ecc.).

Il Sistema Nazionale di Protezione Civile è coordinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri attraverso il Dipartimento della Protezione civile e costituito dalle Amministrazioni dello Stato, centrali e periferiche, dai Comuni, le Province, le Regioni, gli Enti nazionali e territoriali.

Tra le sue Strutture operative un ruolo rilevante è ricoperto dalle Organizzazioni di Volontariato, presenti in ciascun Comune sul territorio nazionale: secondo i dati del Dipartimento Nazionale, in Italia ci sono oltre un milione e mezzo di persone pronte per le emergenze: un potente, compatto e qualificato esercito della solidarietà.

Previsione, prevenzione, tutela dell'ambiente e del territorio, trasporto sociale e sanitario, assistenza, soccorso e superamento dell'emergenza - una grande rete di socialità capillare su tutto il territorio regionale.

 Nel Lazio sono oltre 500 le Organizzazioni di Volontariato iscritte nel Registro Regionale nella sezione Protezione civile ed impegnate quotidianamente nello svolgimento di queste attività. 

Essere Volontario. Sentirsi Volontario. Da dentro, per convinzione, con convinzione.

Come si risponde a chi ci chiede: perché? Semplicemente non si risponde. Non c’è una risposta. Perché non dormi per un numero esagerato di ore? Perché affronti l’incendio con caparbietà e sacrificio e non te ne vai finchè non è del tutto spento? Perché sali su un’ambulanza e distribuisci sorrisi e rassicurazioni? Perché lasci tutto e vai dove c’è stato qualcosa che ha devastato non solo le cose ma ancor di più le anime, dove sai che troverai solo dolore, morte e rovine? Perché?

Non siamo capaci di rispondere a queste domande, ogni risposta appare banale, non calata nella realtà. Lo fai. Per poi scappare via e portarti appresso la consapevolezza di aver contribuito con la tua goccia a comporre un oceano che si chiama solidarietà, sia se hai fermato il fuoco che brucia il nostro verde, che se hai portato via del fango da una casa o che hai sostenuto chi ha subito un terribile sisma che si è portato via tutto, compresi i ricordi di una vita.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie