Nella mattinata del 22 Agosto scorso la Sala Operativa Regionale ci ha attivato per l'incendio in via del Colle Rosso. La chiamata arrivata intorno le ore 8.50 del mattino è subito passata tra i nostri volontari disponibili ed alle ore 9,15 eravamo già sul posto a fronteggiare l'incendio.
Viste le raffiche di vento e le alte temperature che alimentavano le fiamme, abbiamo richiesto subito altro personale volontario alla Sala Operativa Regionale, che non sono tardate ad arrivare.
Tramite i Vigili del Fuoco, che in quel caso coordinavano le squadre di terra, sono stati richiesti immediatamente i supporti aerei. Purtroppo i canadair che potevano essere di grande aiuto non potevano operare per la presenza dei cavi dell'alta tensione che passavano a poche centinaia di metri dall'incendio.
Dopo circa 12 ore d'intervento, sfiniti dalla stanchezza, ci siamo resi conto che di spettatori con le mani in tasca e di ignoranti che aggrediscono verbalmente i volontari ne siamo circondati e che per avere due bottiglie d'acqua fresche e un pezzo di pizza per pranzare siamo dovuti ricorrere ad alcune Associazioni dei Comuni limitrofi, che ovviamente ringraziamo infinitamente.
Solo nel nostro territorio siamo trattati male, mentre in tutti i Comuni dove ci siamo distinti in interventi di Protezione Civile come ad esempio Roccagiovine, Cineto Romano, Mandela, Licenza, Saracinesco, siamo stati sempre trattati con i guanti bianchi e la stessa popolazione si adopera e ci da una mano. Vorremmo ringraziare il Sindaco di Roccagiovine, Marco Bernardi, che quando ha saputo del guasto al mezzo antincendio ci ha messo subito a disposizione la loro macchina. Ringraziamo anche il Sindaco di Mandela, Claudio Pettinelli e l'Associazione Cantalupo di Mandela per averci concesso gli spazi adibiti al ricovero di mezzi e materiali che, viste le cronache degli anni scorsi, ora sono video sorvegliati h24.

incendio collerosso

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie