avvisi iemergenze

Comunicato stampa del Dipartimento di Protezione Civile

È attivo dalle ore 15:00, grazie al protocollo d’intesa esistente tra Dipartimento della Protezione Civile e operatori di telefonia fissa e mobile, il numero solidale 45500 a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto che ha interessato stanotte il centro Italia.

Grazie agli operatori Tim, Vodafone, Tre, Fastweb, Coopvoce, Wind e Infostrada, è possibile donare due euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da rete fissa al 45500.
I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della Protezione Civile che provvederà a destinarle alle regioni colpite dal sisma.

L Assoziazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo di Vicovaro, rende noto che a causa di mancanza di contributi da parte degli enti superiori, non puo effettuare  la manutenzione ordinaria e straordinaria dei materiali e mezzi in dotazione,  pertanto non possiamo garantire lo svolgimento di operazioni di sgombero neve e spargimento sale in caso di necessità.
Inoltre per effettuare interventi ci serviamo della sede che funge da Sala Operativa e attualmente sprovvista di energia elettrica da circa sette mesi.
Ci scusiamo per eventuali problematiche future.

A nome di tutti i Soci dell'Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo di Vicovaro, vorremmo ringraziare chi con il suo contributo da persona immatura e senza senso civico riesce sempre a danneggiare il prossimo e in questo caso la Comunità. Questi sono alcuni scatti dell'esterno della nostra sede in via Roma (ex canile) dove oltre al danneggiamento è stato rubato il cavo elettrico di 70 mt che dava energia elettrica alla sede.

Vai alla galleria fotografica

 

 phoca thumb l img 20150802 wa0009 phoca thumb l img 20150802 wa0015

Ricordiamo che dal 15 novembre 2017 al 15 aprile 2018 entra in vigore l'obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali sulle strade regionali su tutti i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli.

20171114 122441

Ci siamo accorti un po'tutti che con il nuovo mese qualcosa sia cambiato: l'esordio di Settembre è stato caratterizzato da temperature in deciso calo e dalle prime vere piogge che, seppur anche intense, in alcuni casi non hanno comunque migliorato la disastrata situazione idrica della nostra regione e della nostra terra.
 
Dalle ultime elaborazioni modellistiche sembra quindi che il primo mese meteorologicamente autunnale voglia dar fuoco alle polveri in maniera ben più seria e consistente, pilotando verso il nostro paese e la nostra regione un peggioramento delle condizioni atmosferiche estremamente pesante  nelle giornate di Domenica 10 e Lunedì 11.
 
Si tratterà della canonica rottura di stagione, che decreterà la morte di questa estate 2017, una delle più calde e siccitose degli ultimi cinquant’anni.

Sottocategorie

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie